Da domani o, meglio, dalla ufficializzazione delle dimissioni di mercoledì, il Paese entrerà ufficialmente nel dopo-Napolitano: titoli per tutti. Tg1 è l’unico a cogliere l’occasione della visita del Presidente al vecchio amico Francesco Rosi per ricordare la scomparsa del grande regista.
Presente su tutti la consueta e squallida bagarre che ha accompagnato e seguito le primarie liguri del centrosinistra, come al solito squassate dalle polemiche su inquinamenti e voti a pagamento delle comunità straniere.

Per Tg5 e TgLa7 ha dignità di titolo la notizia delle 1.500 nuove assunzioni alla Fiat di Melfi.
La vicenda Cucchi è ampiamente presente su Rai ma anche su Tg5 per le motivazioni della sentenza del processo di Appello che ha mandato, sì, assolti tutti gli imputati, ma invitato la Procura di Roma a riaprire le indagini per scoprire i responsabili del pestaggio del ragazzo romano.

Raro esempio di giornalismo d’inchiesta dentro un Tg, interessante il servizio del Tg2 dalle coste turche che “svela” le dinamiche criminali dei trafficanti di uomini gestite dalla mafia locale, con il contributo di immancabili  delinquenti italiani.
Concludiamo con Emma Bonino che ha annunciato a Radio Radicale con sobrietà e rigore di avere un tumore ai polmoni: un raro esempio di come un personaggio pubblico riesce a gestire con correttezza e trasparenza il suo privato, anche doloroso. Servizi su tutte le testate.