Per la politica da segnale la forte attenzione ai “magnifici 3”, ovvero ai leader di Pd, FI e Cinque Stelle; una tendenza più che consolidata che motiva le proteste dei partiti più piccoli, riprese in un titolo da Mentana con riferimento alle polemiche sulle 3 serate che la rai avrebbe voluto destinare ai big, con prime serate su Porta a Porta.

   La buona notizia dello spread, sceso sotto i 150 punti, con conseguente diminuzione degli interessi a 10 anni sotto il 3%, affascina in parte i Tg Rai e soprattutto TgLa7, che abbina il dato agli ultimi giudizi di Moody’s che, addirittura, parla di un pil italiano del 2015 a più 2%. Anche la borsa festeggia, mentre da Francoforte Draghi si dice preoccupato per il cambio euro-dollaro e annuncia per giugno iniziative forti.

La conclusione del congresso Cgil di Rimini è presente su tutti; lo stesso vale per gli sviluppi delle indagini sull’omicidio del cavalcavia di Firenze e per l’ulteriore intervento di Napolitano che chiede rigore contro la violenza delle curve e degli ultras. Mentana, che ieri era stato l’alfiere della tesi “trattativa” tra autorità e Genny ‘a Carogna, corretamente questa sera segnala che sia la Procura che le autorità sportive la negano  risolutamente.

Buono, infine, l’approfondimento di Tg2 sull’evasione, una matassa intricata in cui ai piccoli gesti quotidiani si sommano i beni di lusso occultati e l’abuso degli scambi in contante. Tutte cose risapute, ma che è giusto riproporre.

 

Alberto Baldazzi

  

Dati auditel dei TG di mercoledì 7 maggio 2014

Tg1 – ore 13:30 3.918.000, 22.84% ore 20:00 5.269.000, 23.33%.
Tg2 – ore 13:00 2.397.000, 16.12% ore 20:30 1.934.000, 7.74%.
Tg3 – ore 14:30 1.782.000, 11.35% ore 19:00 1.643.000, 10.40%.
Tg5 – ore 13:00 2.974.000, 19.65% ore 20:00 4.335.000, 19.10%.
Studio Aperto – ore 12:25 1.982.000, 16.86% ore 18:30 844.000, 6.75%.
Tg4 – ore 11:30 437.000, 7.47% ore 18:55 705.000, 4.49%.
Tg La7 – ore 13:30 687.000, 4.00% ore 20:00 1.570.000, 6.85%.

Fonte:www.tvblog.it